Scrivi la parola chiave e premi invio per iniziare la ricerca

[OPINIONE] Alcuni first party Xbox saranno multipiattaforma… Quindi?

Quanto vi sto per scrivere è arrivato tramite un post su X di IdleSloth, senza fonti citate e riportato per “vie traverse”, quindi prendete come sempre tutto con la dovuta cautela ed evitando di “unire i puntini che non esistono” visto che nessun Executive di Xbox si è pronunciato ufficialmente sulla veridicità del report e su eventuali dettagli.

Secondo un dipendente del gruppo Zenimax, Sarah Bond (il capo di Xbox), farà delle dichiarazioni in primavera per spiegare il cambiamento nella strategia di Xbox inerente Hi-Fi Rush, Sea of ​​Thieves e altri giochi, che diventano multipiattaforma. Non ci sono altri dettagli in merito.

Ora, visto che mi avete già scritto in settordici in merito a questa cosa e considerato il fatto che un pacco di gente si sta già affrettando a preparare la bara di mogano per la divisione Xbox che “diventerà un publisher terze parti” (manco avessero già scritto che TUTTI i titoli saranno multipiatta, da Halo a Crackdown) eccovi una piccola riflessione.

Se avete una console Xbox in casa, mi potete spiegare COSA VI CAMBIEREBBE se Xbox aprisse ad altre piattaforme?

Avreste comunque : tutti i prodotti del Microsoft Gaming al day one, i Game as a service con un enorme bacino di utenza in più (come avviene già, basti pensare CoD e Diablo di recente acquisizione, ma anche TESO e F76) e TUTTI inclusi nel Game Pass al day one.

NON CAMBIEREBBE NULLA: Avreste lo stesso servizio di prima, ma l’azienda in cui riversiamo i soldi di abbonamenti e acquisti capitalizzerà meglio i suoi investimenti, e questo ci porterà ancora più roba in futuro. Se Microsoft ci fa soldi sopra, lo vedranno come “profittevole” e ne reinvestiranno i proventi, quindi noi avremo un servizio virtuoso e in espansione costante, avremo più roba da giocare, migliori studi, e migliori prodotti. Sarebbe una strategia per invogliare ALTRI (che non sono parte dell’ecosistema) a comprare un titolo degli studi Xbox, saggiarne la qualità, e poi dirgli “oh, ma sai che puoi averli tutti al day one nel pass a 10 € anzichè 80€?”.

MA se questa frase vi scatena un bruciorino dentro, che vi gonfia la vena, dilata le narici e costringe a mettere le mani sulla tastiera per dire “eeeeeh no!”… continuate a leggere. Il prossimo pezzo è per voi <3

La console war, nata decadi fa, non si è mai fermata ed è da sempre promotrice di tanti click (e tanti soldi) per chiunque ne voglia approfittare, facendo leva su menti disabitate che hanno più a cuore il “brand xbox” che le persone con cui condividono la passione per il gaming, a prescindere di quale sia la piattaforma di appartenenza.
Al contempo, però, questi figuri dal QI prossimo alla temperatura ambiente sono anche esperti di marketing, trading, planning, scoping, scheduling, trattative commerciali a 9 zeri e diritto pubblico, analisti, brand managers e non vedono l’ora di sfoggiare tutto il loro nozionismo per arrivare a un unico, granitico dogma:

“Playstation suca”

Ma DAVVERO pensate di sapere quale sia la manovra esatta di un’azienda come Microsoft, da 3 triliardi di dollari? Avete dati in mano con cui confutare la mia tesi o avete solo tanta rabbia inespressa accumulata nel periodo Xbox One che ora non potete fare più esplodere, perchè se Hi Fi Rush arrivasse su Playstation dovreste dire che “Hi Fi Rush è un gioco per sfigati, tenetevelo pure”?

Davvero, leggo di “grandi nomi” sui social che, nonostante abbiano passato la soglia degli -ANTA, mi sembrano più vicini alla classe dei mezzani, perchè il giochino che avevo tutto per me adesso ce l’ha uguale anche Peppino. Uffi. Non sono più specialissimissimo. E si radunano in canali audio su X al cospetto delle “menti illuminate” dell’ecosistema, piagnucolando di non essere ascoltati da Xbox: gente come ColtEastwood e altri guerrieri della domenica pronti a far proseliti, ma che nella vita vera raggiungono l’erezione solamente sentendo due parole: “Xbox Exclusive”.

RIPIGLIATEVI.

Smettiamola di nasconderci dietro ai soliti evergreen di questa gente: “Con questa apertura il brand Xbox ne risentirà”, “Non avrà senso comprare una Xbox”, “Chiaro che poi non Xbox non venda console, se fanno ste robe”. Volete davvero dirmi che la VOSTRA VITA “cambia” se Microsoft vende 1 o 10000000 di Series X (considerando che l’hardware è venduto in perdita da 3 generazioni) grazie all’esclusiva X o Y? Cambia se Sea of Thieves (gioco GAAS ormai da 6 anni sulla piazza, che gioverebbe a pacchi dell’approccio multipiattaforma) o Hi Fi Rush (titolo fighissimo, per carità, ma non un “System seller” per le Series) arrivasse altrove?

No. E’ chiaro che non vi cambi nulla. Ma i social sono talmente intrisi della console war più becera, ignorante e infantile che non sia socialmente accettabile vedere un first party distribuito su altre piattaforme, e che quindi “non sia ESKLUSIVAH”. (A parte MLB The Show dei Playstation Studios, e TUTTI i giochi Xbox che arrivano anche su Steam, quelli NON ESISTONO, oppure “è diverso”… si, lallero).

E’ in questi momenti in cui chiudo l’internet, e accendo la console. Vi suggerisco di fare lo stesso.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live su Twitch Offline su Twitch