Scrivi la parola chiave e premi invio per iniziare la ricerca

[GUIDA] Starfield: le basi per creare le astronavi!

Buonsalve people e bentornati sulle guide rapide di Starfield, oggi parliamo delle basi per iniziare a creare le vostre astronavi, uno degli argomenti più spinosi dell’ultima fatica di Bethesda. Vediamo insieme come fare tutto al meglio e mettervi a vostro agio con l’editor, che potrebbe spaventare un po’ ma che, con un po’ di pratica, sono certo vi darà grandi soddisfazioni.

Per iniziare la creazione della nave, assicuratevi di avere come minimo 100.000-200.000 crediti. Se volete fare navi particolarmente grosse invece potrebbero essere necessari anche molti più crediti, fino a 400.000, quindi preferisco lo sappiate subito: fare navi è un hobby costoso. Ricordatevi che potrete entrare in possesso anche di navi nemiche abbordandole dopo aver disabilitato i motori, o anche solo salendo su di esse mentre sono atterrate sui pianeti ed eliminando il loro equipaggio.

Per personalizzare la vostra nave dovrete andare presso qualsiasi spazioporto e parlare con i Tecnici dei servizi navali. Ce ne sono in ogni città principale, e ognuno dei quali vende parti di nave: alcuni saranno comuni a tutti i vendor, ma altre li troverete solo da alcuni mercanti specifici, e altre parti ancora, solitamente le più potenti ed efficienti, le potrete acquistare solo una volta sbloccate nell’albero dei talenti con il punto PROGETTAZIONE NAVALE . Ricordatevi che anche il VOSTRO livello è una variabile per poter trovare pezzi particolari, quelli più fighi saranno disponibili quando sarete di livello più alto con il vostro personaggio. Una volta parlato al tecnico entrate nella sezione MODIFICARE LE MIE NAVI e sarete nello ship builder. Potete modificare la frontier, la vostra nave iniziale, o tutte le altre navi di cui siete entrati in possesso ma NON potete creare una nave da zero, vi serve comunque una nave da cui partire, anche se questo potrebbe voler dire eliminare tutte le sue parti per partire da zero, facendo tabula rasa.

I componenti fondamentali per far si che una nave si possa chiamare tale (e possa prendere il volo) sono ABITACOLO, carrelli d’atterraggio e sezione di atterraggio, stiva, serbatoio, hab, gravimotore, scudo , , motori, armi, e reattore. NON SI PUO’ AVERE PIU’ DI UN REATTORE, SCUDO E JUMPDRIVE per ogni nave, quindi non pensate di fare supernavi ultragiga.

Quando siete sulla schermata di modifica, premete X per accedere al costruttore navale e iniziate a mettere i vari pezzi. Partite dall’ABITACOLO e poi proseguite con I vari ambienti abitativi, dando la struttura che volete alla nave, selezionando le varie sezioni e posizionandole, alzandovi e abbassandovi con la croce direzionale e sfruttando i vari punti di aggancio. Il mio consiglio è di evitare le navi con più piani, perché le scale sono una menata da percorrere col PG, quindi all’inizio vi consiglio di costruire una nave su un unico livello. Le sezioni importanti che potreste voler aggiungere sono quelle degli workshop, dove avete tutte le strutture per il crafting e quindi non dovrete andare sulla terraferma per creare oggetti o sviluppare tecnologie, poi per il resto è a vostro gusto estetico.

Mano mano che la costruite sfruttando i vari punti di ancoraggio, ci saranno delle statistiche nella parte inferiore che cominceranno ad aumentare e diminuire. Lo scafo (i punti salute della vostra nave), lo scudo energetico che si ricarica durante i combattimenti, il carico che è la capienza della stiva per trasportare risorse (da non confondersi coi CARICHI SCHERMATI PER NASCONDERE CONTRABBANDO ma lo vedremo in una prossima puntata della guida, il massimo equipaggio trasportabile, la portata del salto interstellare (che cambia a seconda del gravimotore, e che idealmente è ottimale fra i 23 e i 27 anni luce, anche se è aumentabile con ASTRODINAMICA NEL RAMO SCIENZA) la mobilità della nave, cioè la sua manegevolezza, la velocità massima, data dai motori e la massa, cioè il peso della nave.

Infine avrete i danni dei vari tipi di armi che avrete scelto di montare (bal balistiche che distruggono scafi, las laser per gli scudi energetici, raggi a particelle per danneggiare entrambi in parti uguali e EM elettromagnetici per disabilitare componenti in fretta. Non mettete mille tipi di armi, secondo me 2 van più che bene per dargli piena potenza.

La classe della nave verrà attribuita dal tipo di reattore che montate, e per usare navi di classe B o C dovete avere il rango 3 o 4 di pilotaggio, altrimenti NADA. Io non mi trovo molto a mio agio con il rango C perché sono navi troppo pesanti e grandi, perciò preferisco il rango B. La classe rappresenta inoltre sia la massa della nave che appunto la capienza di carico. Le navi di Classe A sono più rapide, maneggevoli e con minori capacità di carico, classe B quelle intermedie, classe C le corazzate più pesanti, meno manegevoli ma molto più capienti. Banalmente, comunque più massa avrà la vostra nave, meno mobilità avrà durante il volo, anche se aggiungendo dei motori extra potrete risolvere il problema.

Quando mettete le varie parti, potreste veder comparire alcuni errori, segno che qualcosa non va oppure avete dimenticato qualcosa. Andate nella sezione CONTROLLI NAVE premendo il tasto con le tre linee sul pad e aprite la finestra. I problemi primari sono: qualche sezione di atterraggio che non è connessa nel modo corretto, così come il boccaporto (che deve essere sempre nel punto più alto della nave), alcuni pezzi non agganciati (che potrete trovare facilmente premendo RB sulla nave, spostandola TUTTA di lato per vedere i pezzi che vi son rimasti in giro), oppure i blocchi armi non assegnati (che potrete assegnare nel menu ARMI nella sezione controlli)

Ora che avete le basi per realizzare la vostra nave qualche info sui pezzi specifici per brand, cioè per tipologia estetica in modo da dare un look unico alla vostra ammiraglia. Per i pezzi di tipologia Deimos li trovate all’astrocantiere Deimos, su marte nel sistema solare. Per gli HopeTech li trovate su Hopetown su Polvo, nel sistema di Valo. I pezzi  Nova Galactic li trovate su Titano, una luna di Saturno, nel sistema solare, gli Stroud-Eklund sul relativo astrocantiere presso Deepala, nel sistema di Narion e i Taiyo Astroneering che si trovano al secondo piano della Trade Tower di Neon, su Volii alpha nel sistema Volii. Infine per moduli ehm….“speciali”  potete visitare il Red Mile su Porrima III nel sistema oppure, se siete affiliati con la Flotta Cremisi, potete andare sulla chiave, vicino Suvorov nel sistema Kryx.


Spero di esservi stato utile con questo articolo, se avete delle domande in merito alle navi, o prossimi argomenti da trattare, fatevi sentire nel box dei commenti, che come sempre è a vostra completa disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live su Twitch Offline su Twitch