Scrivi la parola chiave e premi invio per iniziare la ricerca

[GUIDA] Starfield: Come fare un avamposto

Buonsalve a tutti e bentornati sulle guide rapide di Starfield, oggi vediamo un altro aspetto molto interessante ovvero gli avamposti, partiremo dalle basi e capiremo perché sono utili e soprattutto come costruirli.

La realizzazione degli avamposti è una delle caratteristiche di Starfield: vedetelo come se fosse la creazione di una base, tutta vostra, su un pianeta o un satellite di vostra scelta, dove potremo realizzare diverse strutture utili. Capiamoci, gli avamposti sono una comodità che POTETE scegliere di realizzare, ma non qualcosa di fondamentale. Come standard, potrete creare 8 avamposti, ma riuscirete a farne altri se investirete dei punti nel talento INSEDIAMENTO PLANETARIO. Già 8 comunque sono più che abbondanti per iniziare. 

Nel vostro avamposto dicevamo, potrete creare una serie di strutture atta a stoccare oggetti del vostro inventario, estrarre materie prime da un pianeta, creare nuove risorse mediante l’uso dei banchi di lavoro, e quindi fare soldi ed esperienza.  

In primis, dovrete scegliere su quale pianeta fare l’avamposto, e questa scelta sarà dettata da quali risorse saranno disponibili su di esso. Le risorse principali da tenere d’occhio sono Elio, Alluminio, Nichel, Berillio e Ferro per iniziare, ma potreste aver bisogno di altre risorse più avanti. Ovviamente dovete sincerarvi che il pianeta non abbia delle “condizione estreme”, perché in tal caso sono richiesti punti in insediamento planetario. Troverete questa info durante la scansione planetaria. I migliori pianeti che ho trovato io, senza andare troppo lontani dalla zona di partenza, sono IO o CALLISTO, delle lune di giove nel sistema solare, PONTUS, una luna di Erebus nel sistema di Olympus, ANDRAPHON nel sistema di Narion, e ZAMKA, una luna di Olivus su Alpha Centauri. 

Per creare un avamposto basterà aprire lo scanner con LB e premere X per posizionare un radiofaro. Se non potete, probabilmente siete vicini a delle strutture o dei luoghi dove la costruzione è vietata e quindi dovrete allontanarvi un po’. Il radiofaro vi garantirà un certo raggio d’azione – indicato con una striscia gialla – entro il quale piazzare le vostre strutture. Quindi anche DOVE erigere il radiofaro sarà importante. Cercate i giacimenti sul pianeta (cioè le macchie colorate che vedete sul terreno mentre avete lo scanner aperto) e quando l’avete trovato, piazzate il radiofaro, anzi, meglio ancora se nel raggio d’azione ci sono più risorse. Potete rinominare l’avamposto premendo X sul radiofaro o eliminarlo tenendo premuto X.  

Le strutture successive da posizionare sono gli estrattori, che andranno messi sui giacimenti, e i depositi che ospiteranno le risorse estratte in vostra assenza. Molte delle strutture che metterete avranno bisogno di energia per funzionare, e potrete usare fonti rinnovabili (che avranno un’efficienza diversa a seconda del pianeta – quindi pannelli solari piuttosto che turbine eoliche) oppure i generatori a elio, che saranno MOLTO efficaci ma che richiederanno costantemente elio-3 per funzionare (e quindi dovrete avere o estrarre presso l’avamposto). Piazzati questi edifici potrete collegarli premendo RT, e nel caso in cui abbiate utilizzato come fonte energetica il generatore a Elio-3, potrete collegare direttamente il deposito di stoccaggio di elio-3 al generatore, in modo da fare una “catena” estrattiva autosufficiente. Potrete concatenare anche diversi depositi e collegarli per aumentare la capacità di carico del deposito. 

Una cosa sempre da controllare è l’energia necessaria e quella totale disponibile. Se le strutture che avete attorno al radiofaro consumano più di quanto producete, si fermeranno e smetteranno di funzionare. Ogni struttura ha indicato chiaramente il valore di energia necessaria al funzionamento.  

Oltre a ciò, per iniziare un avamposto, potreste aver bisogno di materiali e oggetti aggiuntivi, che potete raccattare durante le esplorazioni, minandoli dai pianeti con il recisore, raccogliendoli in giro, o alcuni addirittura acquistandoli dai mercanti o dai chioschi della Trade Authority in giro per le città principali. Insomma, tutto quello che non potete estrarre da un pianeta, sarà in vendita da qualche vendor in città.  

Oltre alle attività estrattive, l’avamposto è completamente personalizzabile a livello di strutture abitative e attrezzature utili. Potrete costruire uno spazioporto per attraccare vicino all’avamposto con la nave (quindi scaricando la stiva della nave direttamente nelle casse di stoccaggio, liberandovi di un sacco di massa), centri di ricerca per lo sviluppo tecnologico, sistemi difensivi per le vostre strutture e anche banchi da lavoro di varia natura. In primis costruite una camera pressurizzata, magari rendendola sopraelevata usando l’analogico sinistro, e attaccando ad essa gli hub prefabbricati, che avranno un look e una dimensione differente a seconda di quello che sceglierete. Potrete decorarne gli interni con tavoli, divani, letti e ovviamente bauli per lo stoccaggio. Come nota a margine, potrete accedere alla stiva della vostra nave anche senza entrarci fisicamente (se è entro i 500 metri di distanza da voi) quindi se siete DENTRO il vostro avamposto avrete accesso anche alla stiva della nave. Ovviamente se avete MOLTI avamposti e molte risorse, potrete creare ai banchi di lavoro moltissimi oggetti che vi frutteranno un bel po’ di crediti e un bel po’ di esperienza, ma che vedremo in qualche altra guida dedicata più avanti, visto che non si sa ancora quali siano i metodi più efficienti in assoluto in tal senso, per racimolare soldi e esperienza con il crafting. 

Ultima cosa, negli avamposti potrete assegnare i vostri companion che, grazie alle loro abilità, potranno aumentarne l’efficienza, darvi la possibilità di costruire strutture migliori e quindi essere molto utili anche a terra, oltre che sulle navi. Per fare ciò dovrete realizzare la struttura STAZIONE EQUIPAGGIO e piazzarla nel vostro avamposto, dopodichè aprire il menu, entrare in NAVE, EQUIPAGGIO e assegnare i companion a uno specifico avamposto. 

Questa è la base per quanto riguarda gli avamposti, ovviamente se avete domande vi invito a scriverle qui sotto nel box dei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live su Twitch Offline su Twitch