Scrivi la parola chiave e premi invio per iniziare la ricerca

Blizzard: torna il dialogo in Cina con NetEase

In un report di Xfire, sembrerebbe che la compagnia cinese NetEase stia cercando di riallacciare nuovamente i rapporti con Blizzard dopo il tracollo dell’anno scorso. A gennaio di quest’anno, infatti, il dissapore fra le due compagnie culminato con la distruzione della statua di Warcraft che era stata eretta presso il publisher cinese, quasi a suggellare la morte definitiva dei loro accordi.
Uscendo dal mercato cinese, il paese del Dragone è rimasto praticamente escluso da tutti i giochi per un anno intero (accessibili solo tramite VPN) per via delle stringenti leggi del mercato cinese, anche se nel frattempo Blizzard si è mossa contattando altri Publisher per cercare nuovi accordi.

Sono curioso di vedere se, grazie alle nuove severissime normative cinesi in merito al mobile gaming e grazie soprattutto alla mediazione di Microsoft, ci saranno novità anche al di fuori dei confini della Cina per i prodotti ABK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live su Twitch Offline su Twitch